RICERCA

Vivere in zone assolate riduce rischio di sclerosi multipla

Scritto da CYBERMED NEWS
facebook Share on Facebook
 
Vivere in aree più esposte al sole potrebbe ridurre il rischio di sclerosi multipla. Lo rivela una ricerca pubblicata sulla rivista Neurology e condotta da Helen Tremlett, della University of British Columbia a Vancouver, in Canada che ha coinvolto 154 pazienti con sclerosi multipla e 235 coetanei sani.


Tremlett ha misurato i livelli di esposizione nel tempo di queste persone desumendoli da informazioni climatiche e geografiche (altitudine, latitudine, etc) del luogo in cui i partecipanti sono nati e cresciuti e del luogo dove vivevano al momento dello studio. Livelli alti di esposizione al sole (oltre 10 ore a settimana in estate, oltre 4 ore in inverno) sono stati associati a un minore rischio di sclerosi multipla (-45%).

Inoltre, coloro che hanno trascorso più tempo all'aperto durante le estati tra i 5 e i 15 anni in località dove l'esposizione ai raggi UV-B era massima nel periodo estivo presentavano una riduzione del rischio di ammalarsi di sclerosi multipla del 55%. Secondo l'esperta il legame tra esposizione al sole e ridotto rischio di ammalarsi potrebbe nascondersi nei maggiori livelli di vitamina D nell'organismo delle persone più esposte al sole.
 
http://www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=16642&titolo=Vivere-in-zone-assolate-riduce-rischio-di-sclerosi-multipla

Categoria: