SANITÀ

Vaccini, il governo ci ripensa. Torna valida l’autocertificazione fino a marzo 2019

Scritto da CYBERMED NEWS
facebook Share on Facebook
Ancora un colpo di scena nel capitolo vaccini. A cambiare le carte in tavola un emendamento al decreto Milleproroghe che ridarebbe valore a quanto contenuto nella circolare Grillo riguardo all’autocertificazione. Dopo che le associazioni dei presidi hanno detto che per entrare a scuola serve il certificato, perché richiesto da una norma (il dl Lorenzin) che prevale sulla circolare, il ministero della Salute e la Camera hanno deciso di intervenire.

Di fatto la norma prorogherà la possibilità di autocertificare, prevista nel dl Lorenzin per l'anno scolastico 2017-2018, all'anno scolastico 2018-2019. Il termine per presentare poi i documenti di cui si certifica l'esistenza sarà sempre il 10 marzo, ovviamente del 2019. Questo nuovo emendamento, che deve però ancora essere votato in Commissione, annulla e sostituisce l’emendamento Taverna che permetteva l’ingresso a nidi e scuole a tutti. Contro il nuovo emendamento le opposizioni tra cui gli ex ministri Lorenzin e Madia.

L’autocertificazione resta il metodo migliore per quei genitori che vivono in regioni in cui non è ancora attiva un’anagrafe vaccinale e quindi laddove non c’è possibilità che l’Asl comunichi in tempo reale con le scuole sulla salute dei bambini. Chi dichiara il falso rischia la denuncia e il ministero, con la collaborazione dei Nas, ha avviato nei giorni scorsi una serie di controlli sulle autocertificazioni presentate in asili nido e scuole materne, gli unici istituti già aperti.
 
http://www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=17721&titolo=Vaccini,-il-governo-ci-ripensa-Torna-valida-l%92autocertifica
 

Related Articles
Categoria: