SANITÀ

Alzheimer, in Francia stop ai rimborsi sui farmaci. Medici e pazienti sulle barricate

Scritto da CYBERMED NEWS
facebook Share on Facebook
Dal primo agosto in Francia i farmaci contro l'Alzheimer, considerati inefficaci e potenzialmente rischiosi, non saranno rimborsati. Si tratta di quattro farmaci (Galantamina Donepezil, Memantina e Rivastigmina), e delle loro formule generiche, che trattano i sintomi dell'Alzheimer e che in passato venivano rimborsati fino al 15%, per un costo totale per la comunità di circa 90 milioni di euro nel 2015.

Il ministro della Salute, Agnes Buzyn, ha annunciato nei giorni scorsi la sua decisione, scatenando la protesta delle associazioni di pazienti e professionisti. Nell'ottobre 2016, la Commissione per la trasparenza dell'Alta autorità per la salute (Has), che valuta i trattamenti per il rimborso, ha dichiarato che i farmaci in questione avevano “un insufficiente interesse medico a giustificare il loro rimborso”. Ha anche sottolineato “l'esistenza di effetti collaterali potenzialmente gravi”.
L'allora ministro della Salute, Marisol Touraine, si era rifiutata di seguire il parere anche per non fronteggiare le critiche delle associazioni dei pazienti. L'associazione dei malati di Alzheimer in Francia ha giudicato la decisione “infondata e pericolosa”. “Sembra che nell'equilibrio economico, la qualità della vita dei malati e dei loro parenti non sia molto importante”, ha scritto in una nota. La decisione di eliminare il rimborso è stata contestata anche da cinque società scientifiche e da organizzazioni professionali mediche, che hanno trovato la misura “deleteria per i pazienti e per le loro famiglie”.
 
http://www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=17265&titolo=Alzheimer,-in-Francia-stop-ai-rimborsi-sui-farmaci-Medici-e
 

Categoria: