SANITÀ

Veneto: calo delle iscrizioni alle scuole materne per i vaccini obbligatori

Scritto da CYBERMED NEWS
facebook Share on Facebook
vaccini

Fra obbligo vaccinale, controlli e rischio di espulsioni o sanzioni, in Veneto in seguito all'entrata in vigore della legge Lorenzin si sta verificando un calo di oltre il 10% delle iscrizioni alle scuole materne. Una percentuale che probabilmente è destinata a crescere, considerato che dal prossimo anno la vaccinazione obbligatoria farà parte dei criteri di ammissione alle scuole e, con molta probabilità, non verranno concesse né proroghe né deroghe.

 

Per l’anno scolastico e calendario annuale 2018/2019, infatti, i genitori/tutori/affidatari non potranno più avvalersi della possibilità di presentare una dichiarazione sostitutiva dell’avvenuta prenotazione della vaccinazione. Il minore avrà accesso ai servizi solo dalla data di presentazione della documentazione. È prevista un’eccezione solo relativamente al caso in cui le regioni e province autonome intendono avvalersi della procedura semplificata.

In Veneto si stima che 21.000 giovanissimi tra 1 e 16 anni non abbiano ancora iniziato il percorso vaccinale, 8.500 dei quali hanno tra 1 e 6 anni e sarebbero a rischio di esclusione dalla scuola. Per tutti gli altri la prospettiva sarebbe la sanzione pecuniaria.

29.000 sono i ragazzi fino a 16 anni che risultano inadempienti per la mancanza di una o più dosi del percorso vaccinale completo.

http://www.informasalus.it/it/articoli/veneto-vaccinazioni-iscrizioni-materne.php


Categoria: