RICERCA

Progettato un algoritmo per disegnare nuovi antibiotici

Scritto da CYBERMED NEWS
facebook Share on Facebook
 
Disegnata con l'aiuto del computer una nuova arma contro i superbatteri resistenti agli antibiotici. Un algoritmo ha ricostruito l'evoluzione di questi microrganismi, rivelando i punti deboli contro i quali dirigere nuovi farmaci. I primi test sui topi sono stati positivi, come illustrato nello studio pubblicato sulla rivista Nature Communications.

I ricercatori del Massachusetts Institute of Technology (Mit) e dell'Università Cattolica di Brasilia hanno progettato peptidi artificiali con azione antibatterica che si sono rivelati «più potenti di quelli naturali già noti», ha affermato Cesar de la Fuente-Nunez, del Mit, uno degli autori della ricerca.

Lo studio si basa su un algoritmo in grado di mimare al computer i meccanismi dell'evoluzione. Il software riesce, infatti, a disegnare migliaia di varianti dei peptidi, la cui efficacia è poi sperimentata su differenti tipi di batteri, fino all'individuazione della sequenza più adatta.

«In questo modo - ha chiarito la Fuente-Nunez - siamo in grado di esplorare molte più molecole rispetto alle tradizionali analisi manuali». Gli studiosi sono partiti da una molecola estratta dai semi di alcune piante tropicali, che ha una leggera attività antimicrobica. Ne hanno poi modificato la sequenza, studiandone migliaia di possibili combinazioni alla ricerca di quelle più efficaci.

«Abbiamo individuato i 100 migliori candidati - ha spiegato la Fuente-Nunez - e li abbiamo sintetizzati in laboratorio, sperimentandoli sui batteri. Uno, in particolare, si è dimostrato efficace contro la crescita dei batteri, sia in laboratorio che sui topi. Il prossimo passo - ha concluso lo studioso - sarà provarne l'efficacia anche sull'uomo».
 
http://www.federfarma.it/Edicola/Filodiretto/VediNotizia.aspx?id=16927&titolo=Progettato-un-algoritmo-per-disegnare-nuovi-antibiotici