DNA

Acido desossiribonucleico, portatore dell'informazione genetica; composto chimico appartenente agli acidi nucleici e presente nel nucleo di ogni cellula.
Il DNA è formato da due catene piuttosto lunghe di nucleotidi, ognuna a forma di elica e intrecciate tra loro a forma di doppia elica.
Ogni nucleotide è a sua volta formato da un'unità alternata di carboidrati e gruppi fosforici con una base azotata legata a ogni unità di carboidrato.
Il carboidrato è il desossiribosio, mentre le quattro unità sono: adenina, guanina, timina e citosina.
Le quattro basi in una catena di acido nucleico si accoppiano alla quattro basi dell'altra catena: l'adenina è sempre associata alla timina e la guanina alla citosina.

Tra le coppie di basi azotate si formano legami idrogeno che tengono unite le due catene.
Il DNA controlla anche la produzione di RNA.

  • facebook Share on Facebook
    inquinamento

    Gli inquinanti presenti nell'ambiente possono 'prendere il controllo' del Dna, accedendo in questo modo alcuni geni piuttosto che altri e aprendo così la strada a malattie cardiache e respiratorie. È quanto emerge dalla prima indagine basata sull'analisi del Dna di oltre mille individui. La ricerca, pubblicata sulla rivista Nature Communications, è stata condotta in Canada, dal gruppo dell'Ontario Institute for Cancer Research guidato da Philip Awadalla. Dall'analisi del Dna raccolto da campioni di sangue, sono stati individuati gli effetti di polveri sottili, biossido di azoto e biossido di zolfo.

  • Acido desossiribonucleico, portatore dell'informazione genetica; composto chimico appartenente agli acidi nucleici e presente nel nucleo di ogni cellula.
    Il DNA è formato da due catene piuttosto lunghe di nucleotidi, ognuna a forma di elica e intrecciate tra loro a forma di doppia elica.
    Ogni nucleotide è a sua volta formato da un'unità alternata di carboidrati e gruppi fosforici con una base azotata legata a ogni unità di carboidrato.
    Il carboidrato è il desossiribosio, mentre le quattro unità sono: adenina, guanina, timina e citosina.
    Le quattro basi in una catena di acido nucleico si accoppiano alla quattro basi dell'altra catena: l'adenina è sempre associata alla timina e la guanina alla citosina.

    Tra le coppie di basi azotate si formano legami idrogeno che tengono unite le due catene.
    Il DNA controlla anche la produzione di RNA.

  • facebook Share on Facebook

    Basta con la vendita di kit fai da te per il "taglia e incolla" del Dna, che è illegale, e stop anche alla pratica di alcuni "biohacker" di sperimentare su se stessi il frutto delle proprie "ricerche". La presa di posizione è della Fda statunitense, dopo che due compagnie hanno postato video con i loro "esperimenti". Le compagnie sotto accusa sono la The Odin e la Ascendance Biomedical. La prima, guidata da Josiah Zayner, vende per 20 dollari un kit che in teoria permette di modificare il proprio Dna con la tecnica Crispr. Qualche settimana fa Zayner ha pubblicato un video in cui si iniettava un composto che, a suo dire, conteneva il Dna privato del gene della miosina che rallenta la crescita muscolare. Nel secondo caso invece la Ascendance non vende ancora i kit, ma dovrebbe iniziare nel 2018.

  • facebook Share on Facebook

    La fibrosi polmonare idiopatica, una malattia dei polmoni classificata come rara ma che in totale colpisce un milione di persone nel mondo e che è molto debilitante perché toglie progressivamente il fiato, è un nemico molto ostico da combattere. Il periodo medio di sopravvivenza dei pazienti è tra i 2 e i 5 anni (metà non sopravvivono, infatti, a tre anni dalla diagnosi), i farmaci possono solo rallentare il decorso della malattia ma non fermarlo in attesa magari del trapianto e diversi pazienti sperimentano effetti collaterali, ma un nuovo studio apre possibilità per quanto riguarda i trattamenti, perché è stato identificato un gene associato con la fibrosi, cioè la produzione di tessuto cicatriziale dei polmoni che caratterizza la malattia.

  • facebook Share on Facebook
     
    ROMA - Per la prima volta cellule della pelle dei topi sono state trasformate in cellule staminali, attivando un gene specifico nelle cellule stesse con la tecnica del taglia e incolla il Dna, la CRISPR, una specie di forbice naturale che permette di tagliare il Dna in punti specifici. "E' una modalità nuova di produrre cellule staminali pluripotenti che è radicalmente diversa da quella usata finora" dice l'autore dello studio Sheng Ding, dell'istituto Gladstone a San Francisco, la struttura focalizzata su questo tipo di ricerche, sulla scia del lavoro condotto dal 2006 da Shinya Yamanaka e sfociato nel Nobel nel 2012.
  • facebook Share on Facebook

    You're not destined to get any disease—such as diabetes or even breast cancer—just because of your DNA. You can reprogram your genetic inheritance at any time by eating healthier food and adopting a better lifestyle, a new study has discovered.

    Although you can't change your DNA sequence, you can influence its expression. This means that you can alter your genetic code—possibly created when you were in the womb, or the diet you were fed when you were an infant—and avoid a disease you were programmed to develop.