ALIMENTAZIONE SALUTARE

Digiuno con i succhi: le risposte alle domande più frequenti

Scritto da CYBERMED NEWS
facebook Share on Facebook
succhi verdure

Nel corso degli anni moltissime persone mi hanno fatto un gran numero di domande per trovare il loro modo di seguire un programma di disintossicazione. Di seguito alcune tra le più frequenti, con le relative risposte.



Come posso seguire un programma di disintossicazione se la mia agenda è fitta di impegni?

Il modo migliore è cominciarlo nel weekend, quando avete un po’ di tempo in più per organizzare tutto il necessario. Questa volta, preparatevi in anticipo per la settimana di lavoro. La maggior parte dei programmi dura sette giorni, e in una settimana si può fare di tutto. Però occorre essere pronti per le giornate più frenetiche, quindi nel weekend fate la spesa e preparate più ingredienti che potete. Ricordate, sono solo sette giorni, ma sono importanti e potrebbero avere un grande impatto sulla vostra salute.

Avrò così poca energia da non riuscire a fare niente?

In media quasi nessuno è così debole da non riuscire a svolgere tutte le attività quotidiane. Ma se la vostra energia ha un calo significativo, rilassatevi. Anche se aveste il raffreddore o l’influenza rallentereste un po’ il ritmo. I programmi disintossicanti sono molto importanti per la vostra salute e vi aiuteranno a prevenire influenza e raffreddori futuri. Se siete costretti a rallentare un po’ per qualche giorno, state però facendo un grosso favore a lungo termine al vostro organismo, che vi ricompenserà con una maggiore energia in futuro.

Gli alimenti e gli integratori disintossicanti hanno un saporaccio?

Quasi tutti i percorsi disintossicanti prevedono il consumo di succhi freschi, che sono squisiti. Anche la maggior parte delle altre ricette è gustosa. Certi macerati di erbe possono avere un sapore un po’ forte. Ma quasi tutti riescono a portare a termine i vari programmi senza problemi.

Come faccio a sapere se questi programmi sono adatti a me?

I percorsi disintossicanti sono adatti a tutti. Tutti ne abbiamo bisogno perché siamo bombardati costantemente dalle tossine che, presenti nell’aria, nel suolo, nel cibo e nell’acqua, interferiscono con i nostri processi biochimici e ci fanno ingrassare, perdere energia, invecchiare e ammalare. Disintossicare l’organismo offre vantaggi sia nell’immediato sia a lungo termine.

Come posso personalizzare i programmi per adattarli alla mia agenda e alle mie esigenze?

In primo luogo, cercate di scegliere una settimana con pochi impegni, oppure spostatene qualcuno in modo da avere più tempo libero. Preparate in anticipo i cibi da portarvi al lavoro. Avvertite amici e familiari che questa settimana vi dedicherete a voi stessi e non vi unirete a loro per i pasti o per le uscite in compagnia. Se qualche parte del programma vi sembra impossibile, limitatevi a fare del vostro meglio.

Cosa succede se sgarro?

Mentre vi disintossicate, l’organismo si dedica al lavoro di pulizia e gli effetti si sommano un giorno dopo l’altro. Se sgarrate anche una sola volta a metà del programma, rallenterete parecchio il processo, che potrebbe addirittura interrompersi. Di certo non vorrete farlo, dopo che avete faticato tanto per arrivare a quel punto. Tuttavia, se vi capitasse, non mollate: andate avanti lo stesso. Magari deciderete di prolungare il vostro digiuno di un giorno o due, a seconda di quanto è stato grave lo sgarro.

Ce la farò a cucinare per la famiglia e a restare fedele al programma?

Dover preparare i pasti per la famiglia e contemporaneamente del cibo speciale per voi può richiedere una certa forza di volontà. Ma potete farcela. La maggior parte dei programmi dura solo una settimana. Se in famiglia c’è qualcun altro in grado di preparare i pasti al vostro posto, vi potrebbe aiutare molto assumendosi questa responsabilità per il periodo in cui seguite il percorso di disintossicazione. Altrimenti, preparate il vostro cibo e il loro, poi ognuno mangerà il suo, magari in stanze diverse. Cercate la soluzione più adatta a voi.

Come comportarmi se ho un pranzo di lavoro mentre mi sto disintossicando?

Potete ordinare una grossa insalata di soli ortaggi, priva di prodotti animali. Quasi ogni ristorante è in grado di prepararla. Come condimento, usate olio e aceto (meglio se di mele). Potete ordinare acqua calda e limone, oppure acqua minerale con lime o limone. In questo modo farete un ottimo pranzo, che farà colpo sui vostri commensali. Dopo tutto state mangiando in modo veramente sano e quasi tutti vorrebbero avere la vostra forza di volontà. Certo, se siete nel bel mezzo di un digiuno a base di succhi dovrete lasciar perdere l’insalata: in questo caso spiegate cosa state facendo.

Come posso gestire le feste?

Alle feste tra amici potete bere acqua frizzante e limone o, se occorre, anche solo acqua. Quasi sempre c’è almeno un vassoio di verdure, dal quale potrete attingere liberamente. Ma mangiate sempre ciò che vi è necessario prima di andare alla festa, così non avrete fame e la tentazione sarà minore. Per quanto riguarda le ricorrenze, non sono esattamente il momento ideale per intraprendere un programma di depurazione. Quasi tutti trovano che sia troppo difficile. Ma se state lottando con una malattia potenzialmente fatale, può darsi che vogliate disintossicarvi in questo periodo proprio per non cedere alla tentazione di abbuffarvi con cibi sbagliati. Invece, le festività minori sono ottimi periodi per disintossicarsi, perché consentono di avere un paio di giorni liberi in cui concentrarvi sul programma e prendervi cura di voi stessi.

Con quale programma di disintossicazione è meglio iniziare?

In genere suggerisco di iniziare dalla pulizia del colon, poi di passare a quella di fegato e cistifellea e infine a quella dei reni. Se avete bisogno di qualche percorso particolare, potete proseguire con quelli più indicati per voi. In qualunque momento, comunque, potete trarre benefìci da un digiuno di succhi di uno-tre giorni.


Tratto da "Detox completo con succhi freschi. Liberati dalle tossine" di John Calbom e Cherie Calbom

http://www.informasalus.it/it/articoli/digiuno-succhi-domande-frequenti.php